Passa al contenuto principale
PRATICHE ONLINE - moduli attivabili

Autorizzazione in via definitiva di impianti mobili che trattano rifiuti
Codice procedimento
A.17
A cosa serve
Autorizza/abilita un impianto mobile al trattamento di determinati rifiuti sul territorio nazionale.
L'autorizzazione, necessaria per la gestione di impianti mobili di trattamento rifiuti, è prevista dall'art. 208, comma 15, del D. Lgs. 152/2006 e ss.mm.ii.
La procedura per il rilascio dell'autorizzazione esclude il coinvolgimento di altre strutture o Enti titolati ad esprimersi in conferenza di servizi essendo l'autorizzazione finalizzata alla mera abilitazione all'esercizio e avulsa dal contesto territoriale nel quale verrà impiegato.
Per l'effettuazione di campagne di trattamento con impianti mobili il proponente deve darne comunicazione ai sensi dell'art. 208, comma 15.
Chi può avanzare la richiesta
Chi ha necessità di svolgere campagne di trattamento rifiuti tramite impianti mobili nel territorio nazionale.
Il richiedente deve avere sede legale nel territorio provinciale di Genova.
Leggi
Specifiche tecniche
L'istanza deve essere redatta secondo le modalità di seguito individuate, previste dalla DGP n. 25/2014:
  • Modulo dati Richiedente/Beneficiario in allegato (solo se l'istanza NON è presentata Online)
  • Ricevuta di pagamento degli oneri istruttori
  • Ricevuta di pagamento dell'imposta di bollo (vedi istruzioni di dettaglio)
  • Modulo di istanza
L'istanza da redigere secondo il modulo indicato, deve indicare necessariamente il tipo di operazioni di smaltimento o di recupero (secondo le definizioni di cui all'Allegato B e C della Parte IV del D. Lgs. 152/2006);All'istanza deve inoltre essere allegata la seguente documentazione:
  1. la descrizione dettagliata dell'impianto, la marca, il modello e il numero di matricola;
  2. la descrizione degli eventuali presidi ambientali di cui è dotato
  3. dichiarazione sostitutiva di atto notorio ai sensi degli artt. 46 e 47 del DPR 445/2000 che attesti la sussistenza di requisiti soggettivi del richiedente (redatta secondo il modello riportato all'Allegato 1 del modulo istanza)
  4. dichiarazione sostitutiva di certificazione antimafia, una per ciascuno dei soggetti individuati dalla norma, redatta secondo il modello riportato all'Allegato 2 del modulo istanza.
N.B. i soggetti tenuti a presentare la dichiarazione sono individuati nel documento allegato
ATTENZIONE!Per presentare istanza via PEC o cartacea è necessario scaricare ed allegare il Modulo Informazioni Anagrafiche (file .pdf) debitamente compilato.
Specifiche tecniche - Allegati
Istruzioni autocertificazione antimafia.pdf (file .pdf - dimensione 130,2 KB)
Modello istanza impianti mobili.docx (file .docx - dimensione 23,1 KB)
Modello istanza impianti mobili.pdf (file .pdf - dimensione 323,6 KB)
Informazioni
La domanda può essere presentata:
  • On line, selezionando il link presente nel box ad inizio pagina
  • Via pec all'indirizzo presente nel pie' di pagina di questo portale
  • All'ufficio archivio/protocollo della Città metropolitana di Genova Piazzale Mazzini 2, 16122 Genova
Tempistica
30 giorni
Fonte normativa
L'art. 208 comma 15 non prevede una specifica tempistica per questa autorizzazione.
La D.G.P. 25 del 30.06.2014 (Regolamento provinciale in materia di conferenza dei servizi per l'approvazione di progetti di impianti di smaltimento rifiuti
e di procedura per il rilascio di autorizzazione all'esercizio e di costituzione di garanzie finanziarie) ha fissato una durata del procedimento di 30 giorni.
Potere sostitutivo
Ai sensi della Direttiva della Presidenza del Consiglio dei Ministri 9.01.2014, il titolare del potere sostitutivo, in caso di mancato rispetto dei termini procedimentali, è individuato
a norma dell'art 2 comma 9 bis Legge n.241/1990 ss. mm. ii. nel Direttore Generale
della Città Metropolitana di Genova.
Costi
Il contributo per le spese di istruttoria per l'Autorizzazione nuovi impianti mobili di trattamento rifiuti ai sensi art. 208 è di euro 240,00 .
I pagamenti devono essere effettuati tramite il sistema PagoPA di Città Metropolitana di Genova
Modalità Avvio
La mancanza, anche parziale, della documentazione richiesta dalla D.G.R. 703/2012 rendono la domanda improcedibile.
I documenti presentati devono essere firmati da tecnici abilitati secondo quanto previsto dalle specifiche leggi vigenti e dalle disposizioni sulle competenze professionali, in relazione alle diverse categorie di opere, pena l'improcedibilità dell'istanza.
Orario di ricevimento
Mercoledì e venerdì su appuntamento (da concordare via mail) presso:
Città Metropolitana di Genova - Direzione Ambiente - Ufficio Rifiuti scarichi e bonifiche - Largo Cattanei 3 16147 GENOVA
Contatti
L'Ufficio Rifiuti scarichi e bonifiche riceve previo appuntamento:
Direzione
Direzione Ambiente
Servizio
Servizio Tutela ambientale
Dirigente
BRUZZONE MAURO
Ufficio
Ufficio Tecnico Rifiuti, bonifiche ed emissioni in atmosfera
Responsabile ufficio
TESTINI GIOVANNI
Protezione dati personali
Compilando la modulistica presente in questa pagina, Lei fornisce alla Città metropolitana di Genova alcuni Suoi dati personali, i quali saranno trattati per l'istruzione del procedimento e l'adozione del provvedimento conclusivo.

Le ricordiamo che le istanze e le dichiarazioni presentate per via telematica, ove l'istante o il dichiarante sia identificato attraverso il sistema pubblico di identità digitale (SPID) o attraverso la Carta d'identità elettronica (CIE), hanno la stessa validità ed efficacia di quelle presentate in forma cartacea o tradizionale (articolo 65 del Codice dell'Amministrazione Digitale).

Nei casi previsti dalla legge, i dati personali acquisiti nel contesto del procedimento amministrativo saranno comunicati ad altri soggetti pubblici o privati o saranno diffusi mediante pubblicazione. Parimenti la Città metropolitana di Genova potrà ricevere da altri soggetti, pubblici o privati, la comunicazione di dati personali che La riguardano, nei limiti in cui ciò sia necessario per l'istruzione del procedimento e l'adozione del provvedimento conclusivo.

La conservazione dei dati personali, comunque raccolti, avverrà nel rispetto della normativa in tema di documentazione amministrativa.

Maggiori e dettagliate informazioni possono essere reperite sul sito web istituzionale, alla pagina: Privacy PRATICO

Pagina Precedente

Menù principale

I Procedimenti

Ricerca per Tipologia