Passa al contenuto principale
PRATICHE ONLINE - moduli attivabili

Approvazione Analisi di Rischio (procedimenti che interessano Comuni con meno di 8.000 abitanti)
Codice procedimento
A.16bis
A cosa serve
L'Analisi di Rischio è lo strumento tecnico-amministrativo finalizzato a valutare lo stato di qualità ambientale di un sito in relazione alle condizioni di rischio sanitario potenzialmente indotto dalle condizioni dei terreni e delle acque sotterranee ai sensi dell'art. 240 del D.Lgs. 152/2006 (verificate mediante modellazione concettuale e numerica atta a definire i valori limite sito-specifici, denominati CSR, per i contaminanti nei terreni e nelle acque sotterrane)
  • Approvazione Analisi di Rischio ai sensi dell'art. 242 del D.Lgs. 152/2006 e successive modifiche e degli artt. 5 e 9 della LR 10/09 (procedimenti che interessano Comuni con meno di 8.000 abitanti)
  • Approvazione Analisi di Rischio ai sensi dell'art. 245 del D.Lgs. 152/2006 e successive modifiche e degli artt. 5 e 9 della LR 10/09 (procedimenti che interessano Comuni con meno di 8.000 abitanti)
  • Approvazione Analisi di Rischio ai sensi del DM 31/15 e degli artt. 5 e 9 della LR 10/09 (procedimenti che interessano Comuni con meno di 8.000 abitanti)
Chi può avanzare la richiesta
  • Il soggetto responsabile della contaminazione ai sensi dell'art. 242 del D.Lgs.152/2006 è obbligato ad avanzare l'istanza.
  • Il proprietario del terreno o altro soggetto interessato hanno la facoltà di presentare la richiesta ai sensi dell'art. 245 del D.Lgs.152/2006.
  • Ai sensi degli art. 244 e 250 del D. Lgs. 152/2006, l'Amministrazione pubblica competente deve presentare la richiesta qualora non sia individuabile o non provveda il responsabile della contaminazione e non provveda il proprietario del sito né altro soggetto interessato.
Leggi
Specifiche tecniche
I proponenti devono predisporre:
  • Modulo dati Richiedente/Beneficiario in allegato (solo se l'istanza NON è presentata Online)
  • Ricevuta di pagamento dell'imposta di bollo (vedi istruzioni di dettaglio)
  • Versamento oneri istruttori tramite PagoPA di Città Metropolitana di Genova
  • elaborato tecnico di Analisi di Rischio con i contenuti definiti nell'Allegato 1 al Titolo V della Parte IV del D.Lgs. 152/2006 e nelle specifiche linee guida ISPRA. Per i punti venti vendita di carburante l'elaborato è redatto secondo le indicazioni de DM 31/2015

ATTENZIONE!Per presentare istanza via PEC o cartacea è necessario scaricare ed allegare il Modulo Informazioni Anagrafiche (file .pdf) debitamente compilato.
Informazioni
La domanda può essere presentata
  • On line, selezionando nel box ad inizio pagina la modalità di presentazione:
    • "Richiedente = Beneficiario": richiedo la pratica per me stesso
    • "Beneficiario persona fisica": richiedo la pratica per altra persona
    • "Beneficiario persona giuridica": richiedo la pratica per una ditta, società, ecc.
  • via pec all'indirizzo presente nel pie' di pagina di questo portale
  • all'ufficio archivio/protocollo della Città metropolitana di Genova Piazzale Mazzini 2, 16122 Genova
Tempistica
La Città Metropolitana approva l'Analisi di Rischio entro 60 giorni dall'avvio del procedimento, salvo sospensione dei termini per richiesta di integrazioni o modifiche all'elaborato.
Fonte normativa
  • Art. 242, c.7, D.Lgs. D.Lgs.152/2006 ("Norme in materia ambientale") e successive modifiche.
  • L.R. 10/2009 ("Norme in materia di bonifiche di siti contaminati") e successive modifiche
  • L. n.241/1990 ("Nuove norme sul procedimento amministrativo") e successive modifiche
Potere sostitutivo
Il titolare del potere sostitutivo in caso di mancato rispetto dei termini procedimentali è individuato nel Direttore Generale della Città Metropolitana di Genova, ai sensi dell'art 2, comma 9bis della L. n. 241/1990 e successive modifiche e della Direttiva della Presidenza del Consiglio dei Ministri 09.01.2014.
Descrizione tempistica
Né il D.lgs. 152/2006 né la L.R. 10/2009 fissano termini per l'avvio del procedimento. Il D. Lgs. 152/2006 (art. 242, c.7) fissa in 60 giorni i tempi per l'approvazione dell'Analisi di Rischio
Costi
Il contributo per le spese di istruttoria per l'Autorizzazione unica (approvato con D.G.P. n. 183 prot. 143284 del 06.12.2011) è pari a euro 520,00
I pagamenti devono essere effettuati tramite il sistema PagoPA di Città Metropolitana di Genova
Modalità Avvio
Il procedimento è avviato entro 5 giorni dal ricevimento dell'elaborato di Analisi di Rischio e comunicato via PEC a richiedente e per conoscenza al Comune territorialmente competente, ARPAL, ASL territorialmente competente e Regione.
Il procedimento viene avviato solo in presenza di documentazione completa nelle sue parti essenziali, come specificato nella sezione Documenti da allegare"
Orario di ricevimento
Il mercoledì e venerdì previo appuntamento presso:
Città Metropolitana di Genova - Direzione Ambiente - Ufficio Rifiuti Scarichi e bonifiche, Largo Cattanei 3 16147 GENOVA
Contatti
L'Ufficio Rifiuti scarichi e bonifiche riceve previo appuntamento
tel. 010 5499 615 - 756 - 829
rifiuti.bonifiche@cittametropolitana.genova.it
Direzione
Direzione Ambiente
Servizio
Servizio Tutela ambientale
Dirigente
BRUZZONE MAURO
Ufficio
Ufficio Tecnico Rifiuti, bonifiche ed emissioni in atmosfera
Responsabile ufficio
BRUZZONE MAURO
Protezione dati personali
Compilando la modulistica presente in questa pagina, Lei fornisce alla Città metropolitana di Genova alcuni Suoi dati personali, i quali saranno trattati per l'istruzione del procedimento e l'adozione del provvedimento conclusivo.

Le ricordiamo che le istanze e le dichiarazioni presentate per via telematica, ove l'istante o il dichiarante sia identificato attraverso il sistema pubblico di identità digitale (SPID) o attraverso la Carta d'identità elettronica (CIE), hanno la stessa validità ed efficacia di quelle presentate in forma cartacea o tradizionale (articolo 65 del Codice dell'Amministrazione Digitale).

Nei casi previsti dalla legge, i dati personali acquisiti nel contesto del procedimento amministrativo saranno comunicati ad altri soggetti pubblici o privati o saranno diffusi mediante pubblicazione. Parimenti la Città metropolitana di Genova potrà ricevere da altri soggetti, pubblici o privati, la comunicazione di dati personali che La riguardano, nei limiti in cui ciò sia necessario per l'istruzione del procedimento e l'adozione del provvedimento conclusivo.

La conservazione dei dati personali, comunque raccolti, avverrà nel rispetto della normativa in tema di documentazione amministrativa.

Maggiori e dettagliate informazioni possono essere reperite sul sito web istituzionale, alla pagina: Privacy PRATICO

Pagina Precedente

Menù principale

I Procedimenti

Ricerca per Tipologia