Passa al contenuto principale
PRATICHE ONLINE - moduli attivabili

Screening di incidenza di piani progetti e interventi nelle zone speciali di conservazione (ZSC) per la tutela e valorizzazione della biodiversità
Codice procedimento
ZSC.02
A cosa serve
Lo screening d'incidenza è il procedimento di prevenzione che analizza gli effetti di piani, programmi, progetti, interventi e attività che possano avere incidenze significative su un sito (ZSC) della rete Natura 2000.

Città metropolitana di Genova, in qualità di ente gestore, svolge la valutazione di incidenza nei seguenti siti:
  • IT1331606 TORRE QUEZZI (regione mediterranea)
  • IT1331615 MONTE GAZZO (regione mediterranea)
  • IT1331718 MONTE FASCE (regione mediterranea)
  • IT1331811 MONTE CAUCASO (regione mediterranea)
  • IT1332717 FOCE E MEDIO CORSO DEL FIUME ENTELLA (regione mediterranea)
  • IT1333307 PUNTA BAFFE - PUNTA MONEGLIA - VAL PETRONIO (regione mediterranea)
  • IT1333308 PUNTA MANARA (regione mediterranea)
  • IT1333316 ROCCHE DI S. ANNA - VALLE DEL FICO (regione mediterranea)
Chi può avanzare la richiesta
Committente (privato cittadino o legale rappresentante di ente pubblico o privato), cioè chiunque intenda approvare e/o realizzare un piano/progetto/intervento nelle zone a conservazione speciale (ZSC)
Leggi
  • Direttiva 92/43/CEE "Habitat" - Articolo 6
  • DLgs 3/04./2006 n.156 "norme in materia ambientale" e ss. mm. ii.
  • L.R. 10 luglio 2009 n.28 L.R. 10 luglio 2009 n. 28. Disposizioni in materia di tutela e valorizzazione della biodiversità
  • Linee guida nazionali per la valutazione di incidenza (VIncA) - Direttiva 92/43/ CEE "Habitat" articolo 6, paragrafi 3 e 4", adottato dalla Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano in data 28 novembre 2019 mediante intesa, ai sensi dell'articolo 8, comma 6, della legge 5 giugno 2003, n. 131, tra il Governo, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 303 del 28 dicembre 2019
  • Delibera Giunta Regione Liguria (GDR) n. 211/2021 che aggiorna le DGR 30/2013 e la DGR 226/2019
DGR 211 2021.pdf (file .pdf - dimensione 331,1 KB)
Specifiche tecniche
I proponenti devono predisporre:
  • Modulo dati Richiedente/Beneficiario in allegato (solo se l'istanza NON è presentata Online)
  • Ricevuta di pagamento diritti di bollo tramite F23, F24 o scansione
Per la richiesta di screening
  • format del proponente ex DGR 211/2021 (1 copia)
  • allegati tecnici e cartografici necessari alla comprensione dell'intervento e della sua contestualizzazione all'interno del sito Natura 2000;
  • relazione dettagliata dell'attività o intervento;
  • una decodifica delle principali azioni previste, quali trasformazione del suolo, apertura aree di cantiere, taglio o piantumazione di specie vegetali;
  • per interventi urbanistici su strutture esistenti, le informazioni relative alle precedenti autorizzazioni ottenute;
  • informazioni relative all'attività ed ai mezzi di cantiere necessari alla realizzazione dell'intervento, o allo svolgimento delle attività;
  • eventuale ripetitività dell'iniziativa;
  • cronoprogramma di dettaglio per la realizzazione e lo svolgimento dell'attività o intervento
Specifiche tecniche - Allegati
Pratico - Modulo Informazioni Anagrafiche.pdf (file .pdf - dimensione 262,3 KB)
Allegati DGR 30 2013.pdf (file .pdf - dimensione 455,3 KB)
Informazioni
La domanda può essere presentata
  • On line, selezionando nel box ad inizio pagina la modalità di presentazione:
    • "Richiedente = Beneficiario": richiedo la pratica per me stesso
    • "Beneficiario persona fisica": richiedo la pratica per altra persona
    • "Beneficiario persona giuridica": richiedo la pratica per una ditta, società, ecc.
  • via pec all'indirizzo presente nel pie' di pagina di questo portale
  • all'ufficio archivio/protocollo della Città metropolitana di Genova Piazzale Mazzini 2, 16122 Genova
Tempistica
La Città Metropolitana rende le proprie determinazioni in merito all'autorizzazione entro 60 giorni dalla data di ricevimento della domanda
Fonte normativa
Il D.P.R. 357/97 e s.m.i., all'art. 5, comma 6
Potere sostitutivo
Ai sensi della Direttiva della Presidenza del Consiglio dei Ministri 9.01.2014, il titolare del potere sostitutivo, in caso di mancato rispetto dei termini procedimentali, è individuato a norma dell'art 2 comma 9 bis L. 241/1990 ss. mm. ii. nel Direttore Generale della Città Metropolitana di Genova.
Descrizione tempisitica
La Valutazione di Incidenza Appropriata viene effettuata entro il termine di 60 giorni; tale termine è esteso anche allo screening di incidenza.
In caso di richiesta di integrazione con lo studio di incidenza, questo comporta una interruzione dei termini del procedimento fino alla data di acquisizione della documentazione richiesta. Il termine di 60 giorni decorre nuovamente a partire da tale data.
Modalità Avvio
Il procedimento viene avviato solo in presenza di documentazione completa nelle sue parti essenziali come specificato nella relativa sezione
Orario di ricevimento
Previo appuntamento con l'Ufficio pianificazione strategica - Direzione Affari generali, scuole istruzione e governance - Città Metropolitana di Genova -Piazzale Mazzini 2 16122 GENOVA
Contatti
Direzione
Direzione Servizi Generali, Scuole e Governance
Servizio
Ufficio Pianificazione strategica
Dirigente
SINISI PAOLO
Ufficio
Ufficio Pianificazione strategica
Responsabile ufficio
ARZA' CRISTIANA
Protezione dati personali
Compilando la modulistica presente in questa pagina, Lei fornisce alla Città metropolitana di Genova alcuni Suoi dati personali, i quali saranno trattati per l'istruzione del procedimento e l'adozione del provvedimento conclusivo.
Le ricordiamo che le istanze e le dichiarazioni presentate per via telematica, ove l'istante o il dichiarante sia identificato attraverso il sistema pubblico di identità digitale (SPID), hanno la stessa validità ed efficacia di quelle presentate in forma cartacea o tradizionale (articolo 65 del Codice dell'Amministrazione Digitale).
Nei casi previsti dalla legge, i dati personali acquisiti nel contesto del procedimento amministrativo saranno comunicati ad altri soggetti pubblici o privati o saranno diffusi mediante pubblicazione. Parimenti la Città metropolitana di Genova potrà ricevere da altri soggetti, pubblici o privati, la comunicazione di dati personali che La riguardano, nei limiti in cui ciò sia necessario per l'istruzione del procedimento e l'adozione del provvedimento conclusivo.
La conservazione dei dati personali, comunque raccolti, avverrà nel rispetto della normativa in tema di documentazione amministrativa.
Maggiori e dettagliate informazioni possono essere reperite sul sito web istituzionale, alla pagina: Privacy PRATICO

Pagina Precedente

Menù principale

I Procedimenti

Ricerca per Tipologia